Chi è Valerisssh, la tiktoker ucraina in fuga dalla guerra

Prima dello scoppio del conflitto, il profilo TikTok di @Valerisssh raccontava la vita di una ragazza Ucraina di Chernihiv, un centro da 285 mila abitanti che si trova nel nord del Paese, vicino ai confini con la Russia, appassionata di fotografia: scatti eleganti di matrimoni, qualche autoritratto in riva al mare o con la macchina fotografica in mano, le uscite con le amiche. Dal 24 febbraio in poi però la sua esistenza è stata stravolta e i suoi racconti di vita vissuta sui social anche: il suo profilo è diventato virale (raggiungendo 1 M di followers) per i brevi video con cui racconta la sua nuova quotidianità, con piglio documentaristico misto ad un tocco di leggerezza.

Valeria Shashenok (questo il suo nome) è fuggita in Polonia ed è arrivata in Italia, dove è anche stata ospite nel programma Propaganda Live (qui la sua intervista).

Ecco il post di TikTok “Living my best life” (colonna sonora: “Che la luna” di Louis Prima)

@valerisssh

Living my best life 🥰🥰🥰 Thanks Russia! #ukraine #stopwar #russiastop

♬ Che La Luna – Louis Prima

Ed ecco un post preso dal suo profilo Instagram, dove racconta come sta vivendo questi momenti che mai avrebbe pensato di vivere.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Photographer Valerish (@valerisssh)

Qui abbiamo riportato un un video della rivista People che condensa brevemente una serie di episodi della vita di Valeria Shashenok.

 

Vi proponiamo due brevi testimonianze, tratte da La Voce Alessandrina:

«A scuola abbiamo una materia che ci prepara a situazioni di questo tipo: smontare e montare armi, come comportarsi per catastrofi chimiche o guerre. Per gli uomini dopo i 18 anni è obbligatorio fare almeno un anno di militare […]. Capite che crescere con questo pensiero è inevitabile. Tutti ci aspettavamo delle tensioni, ma non così… queste sono scene da film. Ma è la realtà».

Kristina Velidova ha 23 anni, è ucraina, è nata e vissuta a Leopoli, nell’Ucraina occidentale, dove ha studiato ed è cresciuta. Dal febbraio 2020, ha conosciuto e sposato un ragazzo italiano ed è venuta ad abitare a San Salvatore, in provincia di Alessandria.

«Ho visto un filmato di un bambino che camminava vicino alla frontiera piangendo: era solo. Un bimbo di massimo 5 anni, senza famiglia, senza casa. E senza speranza».

Don Mariusz Swider, 39 anni, vive a Siedlce, in Polonia, a un centinaio di chilometri dalla frontiera con l’Ucraina. In quella cittadina di 70 mila abitanti stanno arrivando migliaia di profughi dall’Ucraina. Don Mariusz è un volto conosciuto e amato nella nostra Diocesi, in particolare nella parrocchia Madonna del Suffragio.