Si può spiegare la felicità?

Felicità è un mondo fatto di biscotti (da mangiare sdraiati sul divano), la tranquillità di un momento (da gustare appisolati nel lettino e abbracciati al proprio orsacchiotto), un raggio di sole sul pavimento e il papà che canta contento. Se da adulti definire il concetto di felicità richiede una sincera analisi introspettiva, per i bambini risulta molto più semplice. Ce lo mostra chiaramente il bimbo protagonista dell’albo illustrato “Felicità…” di Alison Mcghee e Peter H.Reynolds (Edizioni Ape Junior). Sfogliando questo tenero libro, si vede il piccolo alle prese con le sue gioie della vita: i giochi che può fare ma soprattutto la compagnia del papà, che lo segue amorevolmente nel corso delle pagine. “E’ un testo molto semplice, che descrive cosa rende felice un bambino attraverso una serie di esempi concreti in cui tutti i piccoli lettori si possono chiaramente rivedere” ci racconta Simona Fico, pedagogista. “E’ estremamente intuitivo. Per i bambini dagli zero ai tre anni è perfetto per introdurre il discorso sulla felicità”.

Per i bambini dai 4 anni in su, un bellissimo albo illustrato sempre sul tema di quest’emozione è “Le scatole di felicità” di Carl Norac e Claude K. Dubois (Edizioni Babalibri). Racconta la storia di un piccolo roditore, Lola (una sorta di scoiattolina paffutella) che chiede in dono alla mamma due scatole, una grande e una piccola, dove poter riporre e custodire tutte le cose più preziose: grandi felicità (come l’orsetto Alfonso) o piccole felicità (la sua collezione di conchiglie). Nel corso della storia scoprirà che non tutto quello che ci riempie davvero il cuore si può infilare dentro una scatola…

LA VERSIONE DI BUBI

Bubi che cosa metteresti nella tua scatola della felicità?

«I pupazzi dei Barbapapà, i cerchietti glitter, le scarpe glitter, le penne glitter. La foto del nonno quando eravamo al mare. La mamma e il papà. Il papà è magro… forse tu non ci stai dentro la scatola» .

 

Ecco i link diretti agli editori dei libri