La ricetta del salmone ripieno di nonna Emi

ricetta salmone ripieno

La ricetta del salmone ripieno si presta a svariate interpretazioni: avete mai provato un secondo di pesce con mandorle e amaretti? Se volete lanciarvi in questa esperienza culinaria proprio questa domenica, vi proponiamo la ricetta del salmone ripieno di nonna Emi.

«Si tratta di un piatto delizioso e molto amato dalla mia famiglia: mia mamma un paio di volte l’anno ce lo fa, la tradizione vuole che sia anche sulla tavola della Vigilia Natale perché proprio lì l’abbiamo degustato per la prima volta: è la ricetta della nonna di un mio cugino, la nonna Emi appunto». Chi parla è Anna Castellini, 21 anni, studentessa al 4° anno di biologia originaria di Brescia e che alloggia al .Complesso Santa Chiara, dove le sfide ai fornelli non mancano. La ricetta è stata validata dalla mamma di Anna.

Ingredienti per due porzioni:

  • 50 g di burro;
  • ¾ di dado di verdure;
  • 2 amaretti;
  • 6 mandorle;
  • acqua tiepida (mezzo bicchiere);
  • pangrattato;
  • 3 cucchiai di formaggio grattugiato;
  • aglio e prezzemolo qb;
  • noce moscata e cannella qb;
  • un salmone (oppure dei filetti di trota salmonata)

 

Preparazione:

  • In una padella antiaderente, sciogliete il burro insieme con il dado, il prezzemolo e l’aglio un po’ tritati.
  • Quando si inizia a sentire un buon profumo e vedete il burro spumeggiante, aggiungete il pane grattugiato e fate “asciugare” un po’ il composto.
  • Spegnete poi il fuoco, e aggiungete noce moscata, cannella, mandorle e i due amaretti tritati.
  • Mescolate e trasferite il tutto in una bacinella: aggiungete ora il formaggio e l’acqua e regolate di sapore (a seconda dei gusti, se lo sentite troppo “dolce” aggiungete un po’ di sale).
  • A questo punto prendete un salmone già pulito, fate un taglio in corrispondenza della pancia, adagiatelo in una pirofila e ricopritelo di pangrattato, alloro (leggermente unto d’olio) prezzemolo tritato e sale.
  • Infornate a 200 gradi: il salmone è cotto quando la pelle si solleva.
  • Il salmone va acquistato in pescheria e possibilmente fatto già pulire dal pescivendolo.
  • Se questa opzione vi risulta troppo complessa, la ricetta viene benissimo comunque con un trancio di salmone a testa per persona oppure con i filetti di trota salmonata: in questo caso si possono arrotolare attorno al ripieno e fermare e legare con un bello spago.
  • Per la cottura dei tranci e dei filetti, il tempo richiesto è 30 minuti.

Questo articolo è tratto da “Da Brescia… al Santa Chiara!” di Alessandro Venticinque, uscito su Voce Alessandrina nel dicembre 2020)